L’Unità Spinale Unipolare di Niguarda

L’Unità Spinale Unipolare di Niguarda, inserita all’interno dell’ A.O. Ospedale Niguarda Ca’ Granda, è operativa dal 2002 e rappresenta una delle prime esperienze in Italia di approccio globale al problema delle lesioni al midollo spinale attraverso la cura, la riabilitazione e il reinserimento sociale, familiare e lavorativo delle persone mielolese.

Per le sue caratteristiche, l’USU rimane un riferimento permanente per le persone con lesione midollare che qui si sono curate, ma anche per persone con lesioni più datate.

Qui è possibile effettuare esami e cure mediche in regime ambulatoriale e di Day Hospital, frequentare iniziative di formazione, informazione e attività sportive, ricreative e per il tempo libero integrative del percorso riabilitativo, promosse in collaborazione con l’Associazione AUS Niguarda Onlus.

AUS Niguarda Onlus è un’associazione di volontariato costituita il 16 aprile 1998. AUS affianca l’attività dell’Unità Spinale attraverso iniziative e servizi che integrano il percorso riabilitativo dei pazienti e ne favoriscono la piena inclusione sociale.

L’Associazione fornisce supporto e informazioni ai pazienti e ad altre persone con lesione al midollo spinale e ai loro famigliari su tutti gli aspetti che incidono sulla qualità della vita delle persone para tetraplegiche: counselling psicologico, segretariato sociale, consulenza su questioni legali, accessibilità e barriere architettoniche, orientamento al lavoro, sport, turismo e tempo libero, sviluppo di attività integrative del percorso di riabilitazione (Pet therapy, Arte Terapia, Musico Terapia..), organizza convegni e seminari, eventi di carattere ricreativo e aggregativi.

AUS inoltre supporta l’Unità Spinale nella elaborazione progettuale e nel reperimento di fondi per esigenze specifiche, come ad esempio strumentazioni tecnologicamente avanzate.

AUS Niguarda Onlus tel/fax 02 6472490 – segreteria@ausniguarda.itwww.ausniguarda.it

La sport terapia in Unità Spinale

La Sport Terapia è ormai riconosciuta da un punto di vista scientifico e metodologico come disciplina terapeutica facente parte integrante del trattamento riabilitativo del paziente mieloleso, sia esso bambino o adulto.

Lo staff dell’USU e quello di AUS Niguarda hanno da sempre creduto all’importanza della presenza dello sport nel percorso riabilitativo delle persone con lesione midollare: lo sport contribuisce al raggiungimento del massimo livello di autonomia compatibile con il livello di lesione, facilitando il raggiungimento dell’indipendenza nelle attività della vita quotidiana e migliora gli stati d’animo e gli umori, l’inclusione sociale e l’autostima della persona.

Grazie al protocollo tra Azienda Ospedaliera e CIP, che prevede un contributo annuale, e all’impegno di AUS Niguarda, dal 2003 è stato possibile avviare un progetto di sport terapia ad inizio precoce, garantendo la presenza quotidiana di un Laureato in Scienze Motorie che affianca l’équipe riabilitativa.

Attività di avviamento allo sport

Durante la fase finale del percorso riabilitativo vengono proposte ai pazienti diverse attività sportive.

Lo scopo è quello di creare le condizioni attraverso cui, una volta dimessi, le persone con lesione midollare possano trovare sul territorio le opportunità per praticare lo sport preferito.

Raccogliendo l’eredità della Pop’84, confluita nel 2004 nell’AUS, dalla primavera 2007 AUS Niguarda è aderente al CIP da cui ha ottenuto il riconoscimento come CASP

(Centro di Avviamento allo Sport Paralimpico).

Questa attività viene svolta con la collaborazione di diverse Società Sportive aderenti alle federazioni olimpiche e paralimpiche che organizzano in Unità Spinale vari momenti di incontro su differenti discipline sportive: Basket, Calciobalilla, Canoa, Golf, Wheelchair Hockey,Tennis Tavolo, Tennis,Tiro a segno, Tiro con l’Arco, Nuoto, Sci alpino, Scherma, Subacquea, Vela.

Il Centro Spazio Vita Niguarda

Di fianco all’Unità Spinale di Niguarda sta sorgendo una nuova realtà operativa, Spazio Vita Niguarda. Un Centro polifunzionale completamente accessibile, interamente realizzato con fondi reperiti dalle due associazioni AUS Niguarda Onlus e ASBIN Onlus. 500 metri quadri in cui saranno realizzate tutte le attività socio integrative del percorso riabilitativo, permettendo così di ampliare notevolmente e di diversificare le attività e i servizi già in essere. Spazio Vita sarà aperto a persone con para/tetraplegia, con Spina Bifida e con altre disabilità motorie, che potranno usufruire di attività di supporto psico-sociale, corsi di formazione, corsi per il tempo libero, attività sportive e diversi altri servizi difficilmente reperibili sul territorio.

Diverse attività ricreative e formative saranno rivolte anche alla cittadinanza di Milano e provincia.

Per maggiori informazioni:

www.spaziovitaniguarda.it

www.ausniguarda.it